products of Spain.jpg
Diosa Del Carmen office, 295 Camino Majalapalma, Valtocado Mijas. 
Diosa Del Carmen LLC. & Diosa Export 4 You LLC.  Delaware, Florida, Illinois, New York.  diosadelcarmen.com@gmail.com
Compratori globali dei vini spagnoli:
Ecco tutte le 70 denominazioni di origine del vino spagnolo. Possiamo aiutarti in qualsiasi paese del mondo.
 
Per gli Stati Uniti, siamo un importatore autorizzato per tutte le bevande alcoliche e per tutti gli stati e i territori del paese.
Lasci che le informiamo e che le assistiamo nell'acquisto di questi vini spagnoli e nel processo di importazione.
Visita le cantine 
Esportatori di vino
Apriamo i mercati di tutto il mondo in cambio di commissioni.
Per esportare verso il mercato degli Stati Uniti, ecco che cosa si deve sapere.
La FDA regola tutti gli alimenti, le bevande e gli integratori alimentari per il consumo negli Stati Uniti. La DDC fornisce tutti i servizi relativi alla conformità, compresa la registrazione richiesta per tutte le strutture che producono, elaborano, confezionano o immagazzinano alimenti, bevande o integratori alimentari per persone e animali.
Bioterrorismo:​
Legga qui la crudele realtà che ha indotto il Congresso degli Stati Uniti ad adottare una tale legge di prevenzione.
Il TTB verifica annualmente più di 100.000 etichette, ma anche le pubblicità dei prodotti alcolici, allo scopo di verificare che esse rechino un’adeguata informazione sull’identità e sulla qualità di  ogni bevanda alcolica e per essere certi che esse non possano confondere i consumatori.

Gli ispettori del TTB conducono verifiche sul campo di integrità dei prodotti per assicurare che l’industria stia osservando tutte le disposizioni federali in materia di etichettatura e di standard produttivi delle bevande alcoliche. Queste investigazioni spesso includono una analisi chimica generale. Questo opuscolo è stato concepito per aiutare il pubblico americano a saper leggere l’etichetta di una bevanda alcolica.

Oltre a rispettare i regolamenti federali, le persone e le società devono rispettare ogni legge e regolamento in ogni stato. Queste leggi e regolamenti statali, che possono variare ampiamente da stato a stato, sono a volte più restrittivi delle normative federali e devono essere rispettati in aggiunta ai requisiti federali, a meno che la legge federale non si imponga in uno stato in cui un'entità desidera operare. Per dare un esempio di prelazione, il marchio di precauzione del governo sulle bevande alcoliche evita gli Stati imponendo una restrizione simile. (Vedere 27 U.S.C. sezione 216.) Allo stesso modo, lo stato potrebbe non consentire una dimensione della bottiglia che non è consentita a livello federale.

L'importatore deve ottenere l'autorizzazione appropriata per l'importazione di prodotti emessi dall'APC. Nostra ditta: La DDC detiene questa licenza a livello federale per importare in tutti gli stati e territori degli Stati Uniti (e anche in Canada). 
 
Alcuni vini di alcuni paesi devono presentare una certificazione.
Cos'è la "certificazione"? 
 
La certificazione è una dichiarazione secondo cui le pratiche e le procedure utilizzate per produrre il vino importato corrispondono alla corretta elaborazione della cantina. La certificazione può consistere in una dichiarazione del governo del paese produttore o da un organismo approvato dal governo che sovrintende o controlla pratiche enologiche. Questa forma di certificazione include i risultati dell'analisi di laboratorio del vino effettuata da un laboratorio governativo o da un laboratorio certificato dal governo del paese produttore. La certificazione può anche avvenire sotto forma di dichiarazione di un importatore, vale a dire un'autocertificazione. DDC, in quanto un importatore, può rilasciare tale certificazione.
 
Leggi l'accordo firmato da alcuni paesi con gli Stati Uniti per sapere chi, quando e se la certificazione è necessaria: trentadue (32) paesi hanno firmato un accordo sulle pratiche enologiche con gli Stati Uniti fino ad oggi. Conformemente all'accordo enologico tra gli Stati Uniti e i cinque (5) paesi elencati di seguito, i vini d'uva naturali contenenti dal 7 al 22% di alcol in volume importati da questi paesi non sono soggetti ai requisiti.: Argentina, Australia, Canada, Cile e Nuova Zelanda. 
 
Conformemente all'accordo enologico tra gli Stati Uniti e l'Unione europea, vini d'uva naturali contenenti da 0,5 a 22% di alcol in volume importati dai ventisette (27) paesi dell'Unione europea , non sono soggetti ai requisiti di certificazione:
 
NOTA: Conformemente a questi accordi, l'esenzione dalla certificazione del vino si applica SOLO ai vini d'uva naturali contenenti dal 7 al 22% di alcol in volume importato dalla lista dei primi cinque paesi e dai vini d'uva naturali contenenti lo 0%. Da 5 a 22% di alcol in volume importato dall'Unione europea.
 
I vini d'uva naturali contenenti più del 22% di alcol in volume e i vini di frutta naturali (compresi i vini ottenuti da frutti di bosco) non sono esenti dai requisiti di certificazione.
 
Le nostre tariffe dipendono dai servizi richiesti.
Segui questo link S.V.P.
 
Seguire questo link  https://www.fda-ttb-usa.com/alcohol.
Marketing
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now